Top 8 Stufe a Gas Più Sicure ed Efficienti



Le stufe a gas riscaldano gli ambienti in modo semplice ed economico rispetto ad altri tipi di riscaldamento. Sono alimentati dalla classica bombola di gas LP o metano e sono molto utili in tutte le aree dove non c’è una rete di gas di città, sono anche facili da usare e molto pratici per il riscaldamento di tutti gli ambienti in quanto sono anche portatili.

Scopriamo quali sono le migliori stufe a gas sul mercato e quali parametri devono essere presi in considerazione per effettuare un acquisto esatto. Oggi le migliori stufe a gas sono efficienti e affidabili, funzionano a basso consumo e sono dotate di sistemi di sicurezza avanzati che ci permettono di creare un ambiente caldo, confortevole e sicuro per la nostra casa.

Le stufe a gas si riscaldano rapidamente e sono indispensabili quando la nostra casa non è raggiunta dal gas di città, quando il riscaldamento è centralizzato e abbiamo bisogno di riscaldare anche quando non è attivo, o nei casi in cui il riscaldamento non è sufficiente durante i periodi particolarmente freddi dell’anno o nelle zone della casa che sono più difficili da riscaldare.

Il vantaggio principale dell’uso delle stufe a gas è che non hanno bisogno di un camino e non c’è bisogno di lavori di costruzione, quindi sono utili nelle case nuove, in affitto o nelle seconde case. Sono anche molto più pulite delle stufe a pellet o a legna, sono più economiche delle stufe elettriche e non producono cattivi odori.

Quanto dura una bombola di gas?

Le stufe a GPL hanno generalmente bombole fino a 15 kg. La durata del cilindro dipende dal tempo di accensione della stufa, dalla potenza e dagli ambienti che può riscaldare. Ci sono stufe che possono riscaldare da 20 a 40 metri quadrati e altre con una capacità di oltre 100 metri quadrati. In pieno inverno, con la temperatura esterna sotto lo zero e senza altre fonti di riscaldamento, la stufa accesa tutto il giorno potrebbe consumare un cilindro in pochi giorni. In altre condizioni un cilindro può durare un mese intero.

Le stufe a gas sono anche versatili perché possono essere trasportate da una stanza all’altra su ruote e possono riscaldare un intero appartamento in poche ore.

Ma quando si tratta di questo tipo di riscaldamento, la domanda che molti si pongono è: le stufe a gas sono pericolose? Le migliori stufe a gas oggi sono prodotte con sistemi di sicurezza che garantiscono un utilizzo sicuro grazie ai materiali utilizzati e alla tecnologia. Vediamo cosa dovrebbe avere una stufa a gas sicura ed efficiente.

Come scegliere una stufa a gas: tipi e caratteristiche

Per scegliere la migliore stufa a gas, è importante tenere conto di alcuni parametri decisivi, vederli:

Pannello catalitico

Il pannello catalitico era il più comune fino a poco tempo fa. La superficie viene riscaldata e irradia calore nella stanza, generalmente più grande è la superficie del pannello e più velocemente si riscalda. Il pannello catalitico ha la caratteristica di surriscaldarsi.

Pannello a infrarossi

Il pannello a infrarossi è di nuova generazione e favorisce un riscaldamento più veloce con meno superficie. Il pannello è realizzato in ceramica e può essere diviso in più parti, in modo da poter decidere di attivare uno o più pannelli a seconda della potenza desiderata e dei metri cubi da riscaldare.

Termoventilazione

Oltre ai pannelli, la stufa può essere dotata di ventilatori, in questo caso si chiama stufa a gas con ventilazione termica e ha la capacità di irradiare il calore più rapidamente nell’ambiente.

Sistemi di sicurezza

Come già detto, vale la pena di chiarire un aspetto fondamentale della sicurezza delle stufe a gas: la bombola pericolosa o no? Tenendo presente che solo le bombole devono essere acquistate presso i rivenditori autorizzati che garantiscono i controlli di sicurezza, affidiamoci alle stufe dotate:

  • Autoaccensione di anidride carbonica. Grazie ai sensori, la stufa a gas è in grado di spegnersi automaticamente quando l’anidride carbonica presente nell’ambiente supera un certo limite (massimo 1,5%).
  • Spegnimento automatico per ribaltamento. I riscaldatori a gas sono dotati di ruote e sono molto stabili. Tuttavia, in caso di ribaltamento o caduta accidentale, la stufa si spegne automaticamente per evitare perdite di gas.

Durata e manutenzione

Non avendo camini o scarti di legna o altri materiali di combustione, le stufe a gas sono molto facili da mantenere. Non richiedono alcuna pulizia particolare se non quella periodica delle superfici e dell’esterno del pannello, naturalmente a stufa spenta. Le parti più delicate della stufa sono i raccordi, le guarnizioni e il tubo del gas collegato alla bombola. Tutte le parti devono essere nuove, il tubo del gas deve essere flessibile, può essere piegato ma non attorcigliato, quindi deve essere tagliato alla misura corretta al momento della prima installazione.

Quando la bombola del gas si esaurisce, la stufa irradierà semplicemente meno calore e anche i pannelli saranno meno luminosi, quindi capiamo che è giunto il momento di sostituirla.

Per ottenere il massimo dalla vostra stufa, lasciate spazio davanti e sui lati e non mettete oggetti sopra. Non coprire la stufa per nessun motivo, ad es. per consentire l’asciugatura dei panni, sia per lo spreco di calore che per motivi di sicurezza.

Top 8: le stufe a gas della migliore qualità ad un prezzo più efficiente e sicuro

Tra le migliori stufe a gas in vendita, abbiamo selezionato otto dei modelli più efficienti e sicuri. La fascia di prezzo va da 80 euro per i modelli base a 200 euro per le stufe a gas più avanzate come la Delonghi IH a infrarossi o la Blue Flame VBF, mentre tra le stufe più economiche troviamo la Sicar Eco45 o la stufa a gas a infrarossi ventilata Niklas.

Vediamo ora la classifica dei modelli con prezzi e caratteristiche.

Lascia un commento