Top 11 Robot Da Cucina Per Cucinare



Per cucinare e battere, tagliare, mescolare e impastare, ecco i migliori robot da cucina per preparare ogni tipo di ricetta, dall’antipasto al dessert e come scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Il robot da cucina è un ottimo aiuto per la preparazione di tutti i tipi di piatti, per velocizzare e automatizzare la fase di preparazione e di cottura.

Il termine “robot da cucina” comprende in realtà molti tipi diversi. Dai modelli più specifici per mescolare frutta e verdura, tagliare frutta secca, formaggi ed erbe aromatiche, montare albumi e panna o impastare torte e pane, ai modelli con funzione di cottura in grado di realizzare diverse ricette dall’inizio alla fine, sia dolci che salate.

Le migliori aziende di trasformazione alimentare possono anche friggere, cuocere a vapore le verdure e il pesce sostituendo altri elettrodomestici e in pochi minuti possono preparare torte e pasta per pizza. Il robot da cucina che cucina, nelle versioni di fascia alta, prepara anche zuppe, paste, risotti e stufati, comprese le funzioni di bollitura, i comodi menù preimpostati e la cottura a induzione.

Ogni preparazione con il robot da cucina dello chef è quindi molto semplice e veloce, grazie agli accessori e alle numerose funzioni innovative disponibili.

Le migliori aziende di trasformazione alimentare da acquistare

Abbiamo selezionato undici delle migliori aziende di trasformazione alimentare in vendita nella fascia di prezzo da 160 a oltre 1000 euro. Le caratteristiche, la potenza, la presenza di numerosi accessori e materiali, come abbiamo visto, influenzano il prezzo del robot da cucina.

A nostro avviso, il migliore è l’inimitabile robot da cucina Bimby. Il VorwerkBimby ha in realtà molte funzioni, accessori e ricette. Pratico e intuitivo, questo dispositivo ha conquistato tutti con la sua facilità e comodità d’uso.

Per il rapporto qualità/prezzo, i migliori sono il Kenwood Cooking Chef KM098, con movimento planetario, molti accessori e funzione di cottura, e il Moulinex Robot Cuisine Companion HF802AAA1 con programmi automatici, funzione stir-fry e grande capacità fino a 6 persone.

I trasformatori alimentari più economici sono il Kitchenaid Classic 5K45SSE con miscelatore, impastatrice e trinciatrice e il Kenwood FDM781BA con sistema di sicurezza, funzione pulsante e strumento per impastare.

Di seguito è riportato un elenco completo dei robot selezionati dello chef con il miglior rapporto qualità-prezzo, con le loro caratteristiche tecniche e i costi.

La scelta di un trasformatore alimentare: Tipi e caratteristiche

Per scegliere il modello giusto in base alle nostre esigenze, è importante conoscere gli aspetti che differenziano un modello da un altro, gli elementi comuni e quelli che caratterizzano solo le migliori aziende di trasformazione alimentare professionali.

Esaminiamo quindi quali sono le caratteristiche e le funzioni fondamentali per scegliere il miglior robot da cucina e assicurarci di fare un buon acquisto.

Potenza e temperatura

Quando si tratta di robot da cucina, uno dei primi fattori decisivi da valutare è la potenza. Questo parametro ha a che fare con le prestazioni dell’apparecchio e, come si può facilmente intuire, influenza il tipo di ricette che possiamo cucinare.

La potenza è espressa in watt. In media, i migliori trasformatori alimentari economici hanno una potenza di 600 W e ci permettono di tagliare le verdure, impastare, mescolare e tritare. Tuttavia, per le ricette più impegnative ed elaborate, questo potere può non essere sufficiente. Lo stesso vale per la miscelazione di miscele più solide o per la frantumazione del ghiaccio. È quindi preferibile optare per un modello più performante, da almeno 800 W a 1500 W.

È inoltre essenziale considerare che spesso si fanno differenze tra la potenza di miscelazione (ad es. 1500 W) e la potenza di cottura (ad es. 1100 W), che può essere inferiore, tenendo presente che la forza necessaria per la cottura è diversa da quella per l’impastamento. Per i robot da cucina con funzione di cottura, la temperatura è regolabile e di solito varia tra i 30° e i 180°.

Velocità

Un altro fatto che esprime la versatilità di un veicolo fuoristrada è la sua velocità. Questo parametro si riferisce alla facilità con cui l’apparecchio può essere adattato a diverse preparazioni, nonché alla possibilità di utilizzare più o meno accessori.

I modelli di base hanno di solito tre livelli di velocità, oltre alla funzione di impulso che emette impulsi individuali. I modelli migliori, invece, oltre ad avere l’opzione del turbo e dell’impulso, hanno 8-12 livelli di velocità, mentre i robot da cucina professionali hanno anche 15 livelli che garantiscono la massima adattabilità.

Accessori

Gli accessori sono l’anima e il cuore pulsante di un robot da cucina, senza i quali non si potrebbe preparare nessuna ricetta. Gli accessori permettono di mescolare, grattugiare, tagliare i cibi, tagliare le verdure e impastare, ma anche di battere gli ingredienti per salse, mousse e dolci, come nel caso dei robot pasticceri.

Alcuni accessori sono già inclusi, mentre altri possono essere acquistati separatamente verificandone la compatibilità. La scelta di un robot da cucina di un marchio noto rende facile l’acquisto di attrezzature aggiuntive. Il robot da cucina (il contenitore in cui si inseriscono le lame e i dischi da taglio e da triturazione), le lame, le spatole, i dispenser e i dischi per il taglio, la triturazione e la julienne, cioè a forma di bastone, sono sempre inclusi.

Questi accessori in diverse misure sono ideali per tagliare verdure, formaggi, frutta e carni sottili o più spesse, come i salumi. Il coperchio delle macchine per la lavorazione degli alimenti è solitamente dotato di un’apertura che permette di introdurre il cibo senza fermare la macchina. Il frullatore, se presente, può essere di plastica o di vetro. Quando il robot da cucina è dotato di una buona potenza, può macinare i cibi più duri, compreso il ghiaccio.

Ganci e lame per impastare vengono utilizzati per torte, pizze, focacce e altri impasti. Anche se sono molto potenti, non sostituiscono una macchina impastatrice planetaria. Tuttavia, possono essere dotati di alcune funzioni tipiche dei pasticceri, come l’innalzamento della pasta mantenendo una bassa temperatura (circa 40°) o la preparazione di yogurt.

Possiamo anche trovare una lama a forma di S in acciaio inossidabile per tritare i cibi, una frusta in acciaio o in plastica emulsionabile, una frusta singola o doppia e un miscelatore elettrico per panna montata, maionese e altre salse. Infine, alcune versioni di robot da cucina hanno anche macinatori multi-formato per spezie, noci e caffè, oltre a spremiagrumi elettrici per fare deliziosi succhi di frutta freschi.

D’altra parte, solo i prodotti di fascia alta possono avere un utensile centrifugo o un estrattore di succo freddo. Il disco per patatine è anche incluso solo nelle migliori versioni professionali, ma può essere acquistato separatamente.

Altri accessori e funzioni aggiuntive

Nelle attrezzature aggiuntive, solitamente incluse per i robot da cucina di fascia alta, troviamo alcuni accessori funzionali come spatole, contenitori per tenere in ordine i vari integratori e riduttori da applicare al tubo di inserimento degli ingredienti. C’è anche un pratico ricettario che offre consigli sulla preparazione.

Alcune versioni, come la Kenwood Cooking Chef, sono anche dotate di una bilancia per la pesatura dei cibi. Altre aziende di trasformazione alimentare, invece, hanno un programma di salsicce e accessori specifici per la preparazione di salsicce attraverso la macinazione della carne, oppure un kit specifico per fare la pasta in casa scegliendo tra diversi formati.

I più innovativi robot da cucina sono inoltre dotati di programmi di cottura preimpostati e possono essere programmati con applicazioni e gestiti tramite smartphone o via WiFi, come ad esempio il robot da cucina Bimby.

Dimensioni e capacità del contenitore

Questo fattore è spesso sottovalutato, ma la capacità dei contenitori e degli accessori forniti con il robot da cucina influisce sia sulla preparazione che sulla quantità, soprattutto nel caso di famiglie numerose o di ospiti. Ad esempio, il frullatore varia da 1 a 2 litri, mentre il robot da cucina varia a seconda del modello e può raggiungere i 4 litri.

Si deve anche considerare la dimensione del tubo in cui viene inserito l’alimento, così come la presenza di riduzioni. Più grande è il tubo, minore è il tempo che si deve passare manualmente a pretagliare gli ingredienti per inserirli.

Dimensioni d’ingombro e design

I robot da cucina fuoristrada, anche se compatti, hanno una buona quantità di spazio. Per questo motivo le dimensioni devono essere ben calcolate rispetto al piano di lavoro o all’armadio dove si desidera riporlo dopo l’uso. Più accessori ci sono, maggiore sarà lo spazio necessario per l’apparecchio. Inoltre, è importante assicurarsi di avere abbastanza spazio intorno a sé per posizionare gli ingredienti e muoversi facilmente.

Come sempre, si consiglia di considerare anche le dimensioni del cavo di alimentazione. Per quanto riguarda il design, dovrete scegliere tra i modelli dai colori vivaci e i modelli più classici in bianco o in acciaio inossidabile.

Praticità e sicurezza

Praticità e sicurezza sono due fattori decisivi, soprattutto se si prevede di utilizzare questo apparecchio quotidianamente. La praticità è legata alla facilità d’uso, al peso del dispositivo e alla presenza di elementi come la canalina portacavi che semplificano le operazioni durante e dopo l’uso.

Anche il robot da cucina che cucina è sempre dotato di accessori facili da montare e smontare, per rendere l’apparecchio più pratico. La presenza di un contenitore per accessori è inoltre essenziale per mantenere in ordine e al sicuro dischi, grattugie e lame.

Parlando di sicurezza, invece, non dimenticate di controllare che ci siano dei piedini di aspirazione antiscivolo che ancorano saldamente il robot da cucina al piano di lavoro. Questo elettrodomestico è infatti soggetto a vibrazioni e movimenti durante l’impastamento e la miscelazione, quindi deve essere sempre collocato in un luogo stabile.

Materiali

I materiali sono un fattore importante che determina la durata e anche il costo del processore alimentare. La differenza principale tra i vari modelli riguarda il materiale dei contenitori e del frullatore: alcuni, infatti, preferiscono il vetro, mentre altri preferiscono la plastica.

Se si desidera acquistare un apparecchio per un uso quasi quotidiano e con una buona longevità, si consiglia di utilizzare un apparecchio polivalente con contenitori in vetro. Sono i più costosi ma anche i più affidabili se usati intensamente.

Tuttavia, ci sono anche alcuni ottimi trasformatori alimentari economici con trasformatori alimentari in plastica senza BPA e resistenti che offrono ottime prestazioni.

Manutenzione e pulizia

Acquistare un robot da cucina significa avere un alleato che aiuta a risparmiare tempo nella preparazione. A condizione che sia dotata di accessori facili da pulire, in modo che le ore e gli sforzi risparmiati in cucina non vengano utilizzati nelle operazioni di manutenzione.

Infatti, questo apparecchio deve essere sempre pulito dopo l’uso, sia per evitare che accessori e contenitori assumano l’odore del cibo e lo trasferiscano ad altri alimenti, sia per motivi igienici. I dischi e le lame di taglio sono di solito in acciaio inossidabile e possono essere lavati in modo sicuro in lavastoviglie o accuratamente lavati a mano.

Il vetro è sicuramente il materiale migliore per la pulizia, mentre per i robot da cucina e altri accessori in plastica è bene controllare che siano lavabili in lavastoviglie e di alta qualità. La plastica può diventare gialla o opaca nel tempo. Il corpo macchina è per lo più in plastica resistente all’usura e al calore o in metallo fuso e può essere pulito con un panno umido che rimuove ogni residuo sulla superficie.

Lascia un commento