I 5 Migliori Inverter ad Onda Pura



Prima di acquistare un inverter ad onda pura è bene capire quali saranno le esigenze che questo dispositivo dovrà soddisfare; gli esempi sul mercato sono numerosi e si differenziano sia per il prezzo che per il livello di prestazioni e versatilità. Nella nostra guida troverete maggiori informazioni su questo argomento e una rassegna dei modelli attualmente più richiesti dai consumatori; i modelli che abbiamo esaminato più in dettaglio sono infatti tra i più venduti.

Il primo di questi è il Green Cell INV05 300/600W, un inverter a bassa potenza relativamente economico, ma molto richiesto da chi lavora in fiere e mercati, seguito subito dopo dall’EDECOA 3500W 12-240V, un inverter potente particolarmente adatto alle imbarcazioni o all’installazione permanente.

Come scegliere i migliori inverter a onde pure?

Un inverter è un dispositivo elettrico in grado di convertire la corrente continua, con una tensione di 12 volt, in corrente alternata con una tensione da 220 a 240 volt. La guida vi aiuterà a conoscere i tipi di inverter e i loro possibili utilizzi, mentre le recensioni vi mostreranno alcuni modelli molto interessanti.

Collegando un inverter ad una batteria, è possibile utilizzarlo per alimentare qualsiasi dispositivo elettrico che funziona con una tensione compresa tra 220 e 240 volt.

Ne consegue che questo dispositivo è molto utile per i proprietari di camper, imbarcazioni e veicoli a motore in generale, e che viene applicato ovunque sia necessario far funzionare apparecchiature elettriche in assenza di un collegamento alla rete. L’inverter trasforma la forma d’onda sinusoidale del segnale elettrico, invertendola; alcuni tipi restituiscono l’onda modificata, altri l’onda pura.

Gli inverter ad onda modificata sono più economici ma offrono meno potenza in watt e si adattano bene a piccoli dispositivi come telefoni cellulari, stereo e televisori portatili; gli inverter ad onda pura, invece, sono un po’ più costosi ma hanno il vantaggio di generare più potenza in watt, offrendo così la possibilità di alimentare più dispositivi elettrici, compresi i grandi elettrodomestici.

Abbiamo optato per gli inverter ad onda pura proprio perché, a parte l’esistenza di modelli eccellenti anche nella gamma di prodotti a basso costo, generano più potenza in watt e hanno il vantaggio di una maggiore versatilità d’uso. I tre modelli esaminati si differenziano per marca e potenza, e tutti e tre sono stati ben accolti dai clienti, che hanno apprezzato molto il loro buon rapporto qualità-prezzo.

Date le loro peculiarità, abbiamo buone ragioni per credere che, se le esaminate con attenzione, potreste facilmente trovare il miglior inverter ad onde pure in base alle vostre esigenze.

Cella verde INV05 300/600W

L’inverter ad onda pura INV05, prodotto dalla società Green Cell, è uno dei modelli più venduti tra quelli attualmente sul mercato; nonostante la sua modesta capacità, è infatti caratterizzato da un costo relativamente basso e quindi facilmente accessibile.

L’INV05 è ideale per chi non ha grandi esigenze, infatti è un modello per veicoli con potenza operativa limitata, solo 300 watt con picchi occasionali fino a 600 watt. È dotato di un’unica presa di tipo Schuko e di un ingresso USB, quindi può essere utilizzato anche per caricare e alimentare dispositivi mobili, nonché lampadine e piccoli elettrodomestici.

È quindi particolarmente adatto ai proprietari di camper o barche, ed è molto utile per i venditori ambulanti, in quanto può essere utilizzato per alimentare senza problemi le lampadine della bancarella. È inoltre dotato di numerose protezioni, tra cui la protezione contro il surriscaldamento e la sovratensione.

EDECOA 3500W 12-240V

L’inverter EDECOA è il più costoso dei vari modelli che abbiamo esaminato, ma d’altra parte è il più efficiente, ottimo per chi ha esigenze molto specifiche.

La sua potenza di esercizio è di 3.500 watt, con picchi occasionali fino a 7.000 watt, e per essere sfruttata appieno deve essere collegata ad almeno tre o quattro batterie; con un carico induttivo di circa 1.500-1.600 watt, infatti, richiede almeno due batterie da 50 Ah per mantenere la tensione di ingresso ad un livello che non faccia scattare la protezione.

Questo particolare modello è quindi molto più adatto per un’installazione fissa che per l’uso in un camper, dato lo spazio necessario per le batterie necessarie per un corretto utilizzo. È quindi adatto per imbarcazioni di medie e grandi dimensioni, o per fornire energia elettrica a una casa in una zona rurale lontana dalla rete elettrica.

Novopal TechSine TS1000

Il TechSine TS100 è un inverter di media potenza prodotto da Novopal ed è particolarmente adatto ai proprietari di camper, in quanto può alimentare piccoli elettrodomestici come televisori, caffettiere, computer portatili, stampanti laser, utensili elettrici, sistemi audio e altre apparecchiature elettriche a medio-basso consumo.

La sua capacità, infatti, è di 1.000 watt con picchi occasionali di 2.000 watt, ed è abbastanza versatile in quanto è dotato di due spine tipo Schuko, un ingresso USB 2.1A per la ricarica di dispositivi mobili e altri piccoli dispositivi elettronici, e un ingresso per un telecomando cablato.

Il dispositivo è costruito con materiali e componenti di eccellente qualità, ed è dotato di tutte le protezioni di sicurezza contro sovraccarichi, sovratensioni e sottotensioni, surriscaldamenti e cortocircuiti, nonché di un allarme acustico per segnalare le cadute di tensione in ingresso.

Dometic Sinepower MSI 212

L’inverter ad onda pura Waeco/Dometic Sinepower MSI 212 è disponibile in cinque modelli con diversi livelli di potenza in uscita, da un minimo di 150 watt a 1800 watt.

La tensione di ingresso è di 12 volt, che è lo standard per le batterie delle auto, la tensione di uscita è di 230 volt, con un carico zero di 0,5 ampere; le sue prestazioni sono ottimali in un intervallo di temperatura da 0 a 40 gradi.

È facile da usare, in quanto la presa da 230 volt è posizionata nella parte superiore e protetta da un pratico sportello; è ultracompatta, infatti misura solo 20 x 5 x 12,5 centimetri, praticamente le dimensioni di un libro tascabile; pesa solo 800 grammi ed è certificata E, in conformità alle direttive europee sulla compatibilità elettromagnetica con i veicoli, ed inoltre appartiene alla classe di protezione IP20.

Edecoa DP-RC

Il DoPower DP-RC è un inverter ad onda pura da 1.000 watt con una potenza massima di 2.000 watt. La tensione di ingresso è di 12 volt, corrente continua, che viene convertita in corrente alternata a 220-240 volt all’uscita; ha un’efficienza dell’85%, un’inversione del 90% e un carico zero di 0,8 ampere.

È dotato di sistemi di protezione da sovraccarico e cortocircuito, regolazione automatica della tensione AVR, gestione intelligente dell’energia IPM e controllo intelligente dei ventilatori; è inoltre certificato CE, EMC e LVD. Grazie alla sua potenza, può essere utilizzato con apparecchiature elettroniche, elettrodomestici, macchine da cucina e utensili elettrici, anche con compressori.

Le persone che l’hanno acquistato pensano che sia un buon rapporto qualità-prezzo, ne hanno apprezzato le prestazioni ma raccomandano di collegare gli utenti tenendo tutto spento perché, quando si cerca di collegarli direttamente, l’inverter va in protezione e si blocca da solo.

CNBOU B12P300-2

Il B12P300-2, prodotto da CNBOU, è un modello di inverter ad onda pura con 300 watt di potenza continua, con un picco di 600 watt. Converte la tensione DC da 12 volt in ingresso a 220.230 e 240 volt in uscita.

L’efficienza di uscita è del 94% mentre il carico zero è di 0,5 ampere; è inoltre dotato di un’uscita USB a 5 volt, 500 mA e di protezioni contro sovraccarichi di tensione, surriscaldamenti, sovraccarichi e cortocircuiti. La sua temperatura di funzionamento varia da un minimo di -10 gradi a 50 gradi, mentre in magazzino può facilmente resistere a temperature da -30 a 70 gradi.

Secondo gli acquirenti, si tratta di un inverter a onda pura ben assemblato, leggero, efficiente e con istruzioni ben fatte; lo trovano anche molto soddisfacente in termini di rapporto prezzo/prestazioni, ma genera un ronzio di fondo quando viene utilizzato per alimentare apparecchiature audio professionali.

Lascia un commento