I 8 Migliori Detergenti Per Lavare i Vestiti



Il detersivo per il bucato è un prodotto molto importante per l’igiene e la pulizia dei vestiti di tutta la famiglia. In questa guida vediamo quali sono i migliori detersivi per lavatrice sul mercato e quali caratteristiche devono essere valutate per scegliere quello ideale.

Quando si fa il bucato, ci si aspetta che tutto quello che si mette in lavatrice esca pulito e profumato, igienizzato e senza macchie. Il detersivo è il primo fattore da considerare per garantire questo. Infatti, la migliore lavatrice non può garantire una pulizia soddisfacente se non è abbinata ad un detergente efficace.

Scegliere un buon detersivo per la lavatrice significa assicurarsi di avere sempre abiti puliti che abbiano mantenuto il loro colore. Un detersivo di buona qualità garantisce inoltre che non dovrete più lavarli. In questo modo non solo si risparmia tempo prezioso, ma si evita anche di spendere denaro inutile, tenendo presente l’ambiente.

Perché un detersivo sia considerato buono, innanzitutto non deve aggredire e danneggiare eccessivamente i colori dei nostri capi (una volta lavati i capi non devono sbiadire); deve essere in grado di trattare anche le macchie più difficili e resistenti; non deve essere eccessivamente dannoso per l’ambiente e deve essere facile da dosare.

Inoltre, quando si sceglie un buon detersivo, è importante considerare il suo impatto sul consumo energetico. Un detersivo di qualità può essere attivato anche a basse temperature (20°), il che consente cicli di lavaggio a freddo che non richiedono un eccessivo consumo di energia.

Oggi è possibile scegliere prodotti che rispettano le fibre e i tessuti ma che sono anche attenti all’ambiente, grazie alla scelta di componenti non inquinanti e alla riduzione di componenti chimici, conservanti e coloranti.

I migliori detersivi per lavatrice da acquistare

Per coprire tutte le diverse esigenze, questi sono i migliori detersivi per lavatrice di qualità e prezzo selezionati, in grado di garantire ottimi risultati e rispetto dei tessuti.

Come scegliere un detersivo per lavatrice

Conoscere gli aspetti da valutare al momento dell’acquisto è necessario non solo per garantire il prodotto migliore ma soprattutto per ottenere i risultati desiderati.

Sul mercato esistono detersivi studiati per un uso specifico (detersivo per abiti bianchi, detersivo per abiti scuri, detersivo per abiti sportivi); in questi casi l’acquisto deve essere effettuato solo nel caso in cui sia necessario utilizzare il prodotto ad hoc.

I detergenti possono anche funzionare in combinazione con altri prodotti come ammorbidenti o candeggine; in alcuni casi il prodotto è progettato per fornire questi effetti specifici da solo. Vediamo tutti questi aspetti in dettaglio.

Tipi e caratteristiche

I detersivi per lavatrice si dividono in 3 tipi: detersivi liquidi, detersivi in polvere e detersivi in pastiglie o pillole, la cui scelta dipende dal tipo di abbigliamento e dalle esigenze personali. I detergenti chimici sono riconosciuti come composti tensioattivi in quanto sono in grado di lavorare sulla tensione superficiale dell’acqua.

Alcuni prodotti più efficaci sono in grado di aggiungersi l’uno all’altro isolando la particella di sporco e mantenendola in sospensione. In questo modo, non solo lo sporco non potrà essere ricomposto, ma verrà rimosso più facilmente.

Detergenti liquidi

I detersivi liquidi non sono prodotti particolarmente aggressivi e generalmente non contengono agenti sbiancanti; sono quindi ideali per i capi d’abbigliamento e biancheria intima più delicati e colorati.

Inoltre, sono molto spesso facili da dosare grazie al pratico tappo di dosaggio e garantiscono ottime prestazioni anche a basse temperature. Attualmente sul mercato sono presenti sul mercato detergenti liquidi contenuti in capsule di gel che facilitano il dosaggio e garantiscono elevate prestazioni. Nel caso di detergenti liquidi concentrati, l’efficienza di pulizia è migliorata e si può utilizzare meno prodotto per ottenere i risultati di igiene e pulizia desiderati.

Il detersivo liquido garantisce anche la conformità del colore e può essere utilizzato anche come pretrattamento da applicare direttamente sulla macchia prima del lavaggio. Il detersivo liquido è quindi versatile, adatto a diverse situazioni e ha un’elevata solubilità che garantisce l’assenza di residui e incrostazioni sui capi.

Tuttavia, rispetto ad altri tipi di detergenti liquidi, possono anche essere più inquinanti a causa degli imballaggi in plastica e, rispetto ai detergenti in polvere, la loro funzione di pulizia è minore. Inoltre, secondo alcuni studi, i detergenti liquidi richiedono più ossigeno per biodegradarsi e questo non li rende particolarmente ecologici.

Detergenti in polvere

I detergenti in polvere sono di gran lunga i migliori detergenti sul mercato e si distinguono per la loro composizione granulare, con una formulazione che permette allo sporco di dissolversi in una soluzione.

Questo avviene grazie a ingredienti appositamente formulati per rimuovere la durezza dell’acqua, ad agenti alcalinizzanti utili per abbattere lo sporco e ad enzimi specifici che distruggono le particelle organiche che formano alcune macchie. Questi prodotti sono formulati per essere attivati anche a basse temperature, garantendo così un basso impatto energetico. Inoltre, grazie al ridotto utilizzo di conservanti, i detersivi in polvere sono più ecologici e più stabili nel tempo.

Questo tipo di detergente è molto spesso aggiunto ai prodotti sbiancanti e questo lo rende particolarmente utile per agire su capi molto sporchi e garantire una pulizia profonda di camicie, lenzuola e biancheria intima.

Un aspetto a cui prestare particolare attenzione nel caso dei detersivi in polvere è il dosaggio. Infatti, questi prodotti, a differenza dei detersivi liquidi molto solubili, se dosati in modo errato possono causare residui sui vestiti e sui tessuti, rendendo necessario un secondo lavaggio.

Inoltre, le incrostazioni possono accumularsi anche nella lavatrice stessa, per cui è consigliabile utilizzare una palla dosatrice direttamente nel cestello; ciò migliorerà ulteriormente l’efficienza e l’azione pulente del detersivo. In questo modo il prodotto si fonderà direttamente al centro dei vestiti evitando possibili incrostazioni, e il movimento della palla genererà una forza meccanica utile per districare e agire ancora più profondamente sullo sporco, anche quello più resistente.

In generale, i detersivi in polvere garantiscono elevate prestazioni grazie alla loro composizione e all’imballaggio, spesso in cartone, che garantisce anche una scelta ecologica.

Detersivi in capsule o compresse

I detergenti per il lavaggio in capsule o compresse sono una soluzione pratica ed economica. Dal punto di vista della composizione, sono un’unione tra i due classici tipi di detersivi.

Infatti, questi prodotti sono costituiti da una parte granulare che si scioglie a contatto con l’acqua, rilasciando il coperchio interno contenente il detersivo liquido. Grazie alle loro caratteristiche, i detergenti sotto forma di compresse non sono difficili da dosare e possono essere utilizzati facilmente senza troppe difficoltà.

L’unica attenzione da prestare è quella di utilizzarli sempre con un minimo di abbigliamento. Infatti, essendo calibrati in dosi standard, per ottenere le prestazioni desiderate, è meglio non utilizzarli in situazioni anomale, come quando ci si aspetta poco abbigliamento.

Facilità di dosaggio

La facilità di dosaggio è un aspetto da non sottovalutare perché, da un lato, ci garantisce di sapere sempre quanto prodotto stiamo usando e, dall’altro, evita inutili sprechi e sovradosaggi dannosi per l’ambiente, ma anche per i vestiti. Inoltre, la dose controllata garantisce anche che la spesa economica non sia eccessiva.

Ammorbidenti o sbiancanti

Per migliorare ulteriormente l’azione del detersivo si possono aggiungere prodotti specifici che contribuiscono all’igiene e alla pulizia dei nostri capi. In alcuni casi i detergenti contengono già questi elementi, garantendo così una doppia azione.

Tuttavia, se siete alla ricerca di un detergente versatile che possa essere utilizzato in diverse occasioni, allora la soluzione ideale è quella di scegliere un prodotto di base a cui aggiungere di volta in volta elementi specifici. In questo modo il prodotto diventerà il nostro miglior alleato per contrastare le macchie e lo sporco persistente e per rendere i vostri vestiti morbidi e profumati.

Addolcimento

L’ammorbidente è un prodotto che può essere utilizzato in combinazione con detersivi in polvere e liquidi, se non sono già in dotazione.

Per un’azione mirata, questo prodotto deve essere aggiunto nella fase di lavaggio finale e quindi la scelta di un detersivo senza ammorbidente non solo garantisce migliori prestazioni, ma ci permette anche di dosare il prodotto in base alla situazione.

L’azione dell’ammorbidente ha lo scopo di rendere i capi morbidi al tatto e facili da piegare ed è quindi particolarmente utile non solo per rendere il tessuto morbido ma anche per facilitare l’azione di stiratura.

Sbiancante

La candeggina è un prodotto particolarmente utile per sanificare i tessuti e renderli più bianchi; questo additivo è particolarmente utile anche come disinfettante e nell’azione fungicida.

Esistono anche altri prodotti studiati appositamente per essere utilizzati in combinazione con il detersivo per il bucato: disinfettanti e sanificanti formulati per eliminare i germi che potrebbero proliferare sui capi; smacchiatori da utilizzare prima del lavaggio direttamente sullo sporco.

Lascia un commento